Il tema contrapposto

"Confrontarsi partendo da poli contrapposti"

La gara classica dà modo agli improvvisatori di confrontarsi proprio partendo da poli esattamente contrapposti, può avvenire che si canti la pace e la guerra o la luce e il buio, ma talvolta si potrebbe avere un cantadore che abbia da argomentare sul pane e l’altro, invece, sull’amore.

Remundu Piras

Peppe Sozu

Ci furono anni, tra la fine dei settanta e l’inizio degli ottanta, in cui era di moda assegnare quest’ultimo tema. Quando gli improvvisatori erano in due, a uno il pane, all’altro

l’amore, oppure, a uno il pane e all’altro la fantasia, oppure, a uno l’amore e all’altro la fantasia.

Quando, invece, erano in tre, pane, amore e fantasia: che non sono sicuramente temi contrapposti, ad imitazione del titolo del famoso

film di Luigi Comencini.

Si può benissimo dire che le gare con questi temi sono risultate quasi tutte divertenti, anche perché avevano per protagonisti due tra i più grandi improvvisatori della storia delle gare poetiche, Remundu Piras e Peppe Sozu. ©Domus de Janas Editore